Consigli di Coppiaperfetta

I consigli di Coppia Perfetta

I consigli di Coppiaperfetta: cosa vogliono le donne?

Vi ricordate il film con Mel Gibson “What women want”, in cui lui si ossessiona per capire cosa vogliono le donne finché non viene colpito da un fulmine e riesce a sentire tutto quello che pensa ogni donna che incontra?

Ecco, questo sarebbe il desiderio di ogni uomo, ma anche il sogno di ogni donna: “finalmente mi capisce!” Visto che spesso gli uomini accusano le donne di essere enigmatiche, di dire una cosa mentre ne pensano un’altra, di essere volubili, vulnerabili, di cambiare programmi, e di dire che va tutto bene quando in realtà sono arrabbiatissime, cerchiamo di capire cosa vogliono davvero le donne e come fare con loro.

Innanzitutto bisogna ammettere che spesso il genere femminile è più complicato rispetto a quello maschile, che di norma pare essere più lineare. Per questo gli uomini faticano a comprendere le donne. La loro semplicità si contrappone allo spirito femminile, più profondo e quindi più misterioso persino per loro stesse. In aggiunta ci sono il ciclo mestruale con la fuoriuscita delle emozioni che comporta  e l’influenza della luna che fanno della donna una creatura sensibile e appunto lunatica. Spesso infatti le si rivolgo domande come: “Non avrai mica la luna oggi?”, o anche “ Ti sei svegliata con la luna storta?”, che stanno ad indicare il legame consapevole, o non, che le donne hanno con essa. Pertanto, trattandosi di creature complesse, sono molte le cose che le donne desiderano.

Un buon punto di partenza è come vorrebbero sentirsi: amate, accolte, protette, coccolate, viziate, accudite, sostenute, desiderate e comprese, solo per citarne alcune. Accanto desiderano un uomo capace di farle sentire così, in grado di farle ridere e svagare, ma anche capace di sostenerle nei momenti del bisogno. Un uomo che sia gentile perché le donne vanno trattate bene e con rispetto perché alla vostra donna non farà piacere sentirvi parlare come se foste al bar con un vecchio amico, ne che la trattiate come tale, perciò meglio evitare volgarità, commenti su altre donne e racconti sulla vostra ex .

Aprire la portiera, versare acqua e vino, prender il cappotto della vostra donna e assicurarsi di aprire l’ombrello se sta piovendo mentre l’aiutate a scendere dalla macchina, fanno di voi un uomo attento, capace di prendersi cura di lei. Possono sembrare gesti antiquati nell’era dei selfie e delle chat sui social, ma in realtà rappresentano l’educazione e il buon gusto, due cose di cui la nostra attuale società pare essere carente. L’importante è che siano gesti spontanei e non faziosi. Farle sentire desiderate è un altro degli aspetti fondamentali se tenete davvero alla vostra partner.

Oggi viviamo una crisi d’identità del maschio, con un inversione dei ruoli anche nell’aspetto sessuale,  perciò più che la pubblicità del marito che dà l’aspirina alla moglie perché ha mal di testa, dovrebbero fare una pubblicità di questo tipo: “Vostro marito si è addormentato sul divano alle nove anche questa sera? Dagli un…, e qui bisognerebbe trovare un nome d’impatto (se volete potete scrivercelo nei commenti qui sotto), e la vostra serata si trasformerà dal calore del sofà al fuoco della passione!” E nel mentre si vede il marito  che da bradipo russante si trasforma in un macho dal sorriso smagliante che vi ammicca uno sguardo provocatorio, socchiudendo gli occhi, e alzando le sopracciglia. Questo sì che sarebbe il sogno di molte donne! Qualcosa di molto apprezzato che rimetterebbe in sesto parecchie coppie.

Sentirsi comprese. Talvolta le donne si chiudono in loro stesse e diventano enigmatiche quando sono stanche di ripetere la stessa cosa, o di vedere per l’ennesima volta il ripetersi di un atteggiamento o di una situazione di cui, con tutta probabilità, hanno già discusso più volte.

Spesso per non litigare non esprimono quello che in realtà vogliono, oppure dicono qualcosa di convenienza per evitare tensioni. S’incupiscono e stano zitte quando non vogliono fare scenate, ma qualcosa le ha deluse o ha dato loro fastidio. Si ammutoliscono quando il loro partner grida e impreca, anziché parlare, sfogando tutta la sua rabbia repressa su di loro, lasciandole allibite e destabilizzandole.

Come suggerisce il titolo del libro di John Gray: “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, ed è proprio così. In effetti, si tratta di due mondi lontani che parlando linguaggi differenti perciò faticano a comprendersi.

Nella società attuale lo stress è ad un livello molto alto per entrambi i sessi, perciò se è vero che l’uomo subisce molto la pressione lavorativa e quanto gli viene chiesto in termini di responsabilità aziendali e familiari, e anche vero che la donna si trova ancora più sottopressione perché oltre al lavoro, dove spesso a parità di grado di un collega maschio viene pagata meno, ha anche i figli da gestire e il ménage familiare sulle sue spalle. Ecco perché ha bisogno di sentirsi sostenuta da parte del suo compagno, o marito, e non di dover passare il tempo a gestire anche lui con il suo stress, altrimenti la donna si esaurirà o, per evitare questo, vi lascerà. Mai come in questo momento storico c’è bisogno di un supporto psicologico per entrambi i sessi, anche per gli uomini. Non abbiate timore di chiedere l’aiuto di un esperto, non vergognatevi per questo, non avete fallito se da soli non ci riuscite, anzi chiedere aiuto è un atto di coraggio che vi aiuterà a fortificarvi, a gestire meglio la vostra vita personale e la vostra famiglia. La vostra partner lo apprezzerà molto, e se non va già da uno psicologo, potrà farlo seguendo il vostro esempio.

In America la chiamano ginnastica mentale. Ed è assolutamente normale, anche per gli uomini, avere un terapista al quale rivolgersi, uno spazio personale in cui poter essere se stessi al cento per cento, senza nessuna maschera, senza nessun ruolo da recitare. Stare bene con voi stessi è la chiave di tutto. Trovare il vostro equilibrio vi permetterà di stare bene con la vostra partner, con i vostri figli e con gli altri. Vi sentirete più sereni e appagati e la vita vi risponderà di conseguenza.

 

Cosa ne pensate del farsi aiutare per gestire lo stress e le tensioni?

Che nome vi viene in mente per il “farmaco” risveglia – marito dal divano?

Ditelo a Coppiaperfetta lasciando un vostro commento qui sotto.

  • Articoli Recenti
Alice Secchi Autore
Scrittrice e amante degli animali
Curiosa e fervida lettrice, ha fatto della sua passione per la scrittura un mestiere. Si diverte a scrivere storie e racconti per adulti e ragazzi perché come dice Salgari: “Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli”. “Le avventure di Vicky, Sally e Minerva” è il suo primo romanzo, tradotto in inglese e pubblicato su Amazon.com. Laureata in turismo e comunicazione alla IULM, ha iniziato a collaborare con uffici stampa fin dai tempi dell’università e continua ancora oggi scrivendo comunicati per aziende di diversi settori. Ama insegnare le lingue straniere ai ragazzi perché “mentre insegni impari sempre qualcosa anche tu”. Milanese di nascita, emiliana d’adozione, vive nella natura con i suoi adorati animali. Il suo desiderio più grande è quello di riuscire ad aiutare quanti più animali e persone bisognose esistano su questo meraviglioso pianeta chiamato Terra.

Commenti